La felicità si misura in grammi

I dolci sono come la musica – tutti abbiamo a disposizione gli stessi ingredienti. Gli ingredienti in musica sono le note e nei dolci farina, uova, zucchero, olio, latte… e qualche spezia locale.

fritule

Le frittole di nonna Maria

Ogni località ha le proprie canzoni e anche i propri dolci di Natale. C’è qualcosa di molto speciale quando si viaggia: incontrando nuove persone si conoscono anche le loro tradizioni. Perciò è come se si conoscessero vari tipi di felicità e vari modi di celebrare la vita, la famiglia e l’amore.

Il profumo dei dolci appena fatti, il loro sapore e quei piccoli rituali che si celebrano assieme al dolce accompagnano l’atmosfera festiva e il calore della casa. Le ricette di questi dolci contengono sempre qualcosa di speciale, un elemento fondamentale che crea vera gioia di vita.

Lo sapevate che assaggiando un cibo nuovo, il nostro cervello rilascia piccole dosi di dopamina, detta anche l’ormone della felicità? Tutto ciò che è nuovo, crea al nostro cervello una “botta” di dopamina (= felicità) il che spiega il nostro desiderio e la necessità di viaggiare e di provare cose nuove.

Sembra che quest’anno sia arrivata l’ora di assaggiare le tradizionali frittole natalizie di Lussino che sono note per essere morbide, irresistibili e dal sapore che ricorda il Mediterraneo. Questo piccolo dolcetto, a prima vista semplice ma in realtà molto esigente, necessita di un trucco speciale (consultate la ricetta) e molta, molta esperienza e amore.

nova-godina
Leggete questa ricetta e provate a fare le frittole a casa, dopodiché venite ad assaggiare una porzione di vere frittole di Lussino e riempite la vita di gioia e felicità.

A Lussino non c’è la neve, ma il Natale con la vista sugli abeti verdi e le luci natalizie, con il rumore del mare e il profumo delle frittole nell’aria è sicuramente qualcosa che porterete allungo nel vostro cuore assieme al ricordo di un caldo sole natalizio mediterraneo e del mare blu profondo d’inverno.

Le frittole di nonna Maria

Ingredienti:

  • 500 g di farina tipo 0
  • 500 g di farina tipo 00
  • acqua q.b.
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 2 bustine di zucchero vanigliato
  • 2 bucce di limone grattugiate
  • 100-150 g di uva passa (precedentemente ammollata in acqua tiepida, scolata e strizzata)
  • un po’ di rum
  • un po’ di cannella
  • 1½ fino a 2 pacchetti di lievito per dolci

Bollite 1-2 litri d’acqua. Agiungete un pizzico di sale nella farina e dopo versate l’acqua bollente sulla farina. Mescolate bene per eliminare i grumi. Lasciate riposare e raffreddare durante la notte. L’impasto così ottenuto deve essere denso e compatto.

Il giorno dopo aggiungete all’impasto gli altri ingredienti – setacciate il lievito per dolci, lo zucchero, lo zucchero vanigliato, la buccia di limone, il rum e la cannella. Gli ingredienti tenderanno ad ammorbidire l’impasto, quindi se necessario aggiungete della farina e fate attenzione a non formare dei grumi. Alla fine aggiungete l’uva passa ammollata e strizzata e mescolate brevemente.

Riscaldate dell’olio in una pentola profonda. Con un cucchiaino prendete una noce d’impasto, con l’aiuto di un altro cucchiaino formate una pallina e lasciatela scivolare nell’olio caldo. Di tanto in tanto immergete i cucchiaini nell’olio caldo per non far attaccare l’impasto. Friggete le frittole affinché siano dorate da tutte le parti. Spolverizzatele quando sono ancora calde con abbondante zucchero a velo.

This post is also available in: Inglese Croato Tedesco

2 Comments

Rispondi a LH&V Team Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *